ENG

ISEMS PROJECTS, progetto personale di Debora di Centa, è il comune denominatore di tutte le attività da lei svolte, quali spettacoli, lezioni, collaborazioni varie e ricerca.
La parola “ISEMS” deriva dalla lingua Friulana e significa “I semi”, mentre “PROJECTS” indica i progetti che da essi si sviluppano. Nel percorso artistico - lavorativo di Debora, “ISEMS” sono le idee che attraverso il suo operato prendono forma e diventano realtà.

LABORATORI E METODOLOGIA

L’approccio di Debora allo studio del movimento si basa sui concetti teorico-pratici dei Choreological Studies (C.S.), che rappresenta lo sviluppo contemporaneo dei principi e della pratica derivati dagli studi di Rudolf Laban, portati avanti da Valerie Preston Dunlop (VPD) e Rosemary Brandt (RB) presso il TrinityLaban di Londra. Questi studi offrono la possibilità di approfondire la conoscenza e la percezione del nostro corpo, ed inoltre ci permettono di espandere la nostra conoscenza della Danza e dell’arte Performativa. La metodologia di Debora è volta alla promozione dell’ esperienza fisica del movimento ed alla sua esplorazione, al fine di ottenere una comprensione più piena di sé stessi, utilizzando contemporaneamente una terminologia corretta e specifica. Questo processo permette ad artisti e partecipanti di migliorare sia nell’esecuzione dei movimenti che nella capacità di esprimere le proprie idee e concetti durante il loro lavoro. Nel corso di ogni processo esplorativo ci si approccia ad alcuni tra gli argomenti fondamentali riguardanti lo studio del movimento corporeo e della danza quali: la struttura del movimento, l’uso dello spazio e gli elementi fondamentali della messe in scena (VPD - The Four Strands of the Dance Medium ). Ogni lezione ha come obiettivo la preparazione atletica del corpo al fine di approfondire la sperimentazione di concetti chiave quali : le azioni, le dinamiche ed il ritmo del movimento (RB - Eukinetics), lo spazio e le relazioni. In tal modo, questo tipo di laboratori si trasforma in un’ opportunità per crescere individualmente e liberare la propria creatività, esplorando la propria motricità e le proprie abilità intellettive. La forma di conoscenza derivata da questa pratica può essere applicata ad ampio spettro ad altre forme d'arte o pratiche, come il “film-making”, l’ Opera, il teatro, l’istruzione scolastica ed altri. Il dialogo e lo scambio di idee sono fondamentali.

MOVIMENTO CREATIVO E DANZA ‘CRESSI’

Dal 2012 Debora ha iniziato a dirigere Laboratori di Movimento Creativo e Danza in collaborazione con l’Associazione Culturale& Sportivo Dilettantistica CRESSI (Cercivento,Ud/It). Questi laboratori sono aperti ad un pubblico eterogeneo, dai bambini agli anziani. L’obiettivo principale delle lezioni è di stimolare lo sviluppo dell’espressività corporea e di riscoprire una più profonda relazione con il corpo.

LETTURA IN MOVIMENTO

Dal 2011 Debora conduce con successo laboratori di ‘Lettura in Movimento ’ per la Scuola Media di Paluzza ( Ud/It) (2011-2014).Questi laboratori, promossi dalla scuola, vedono coinvolti ragazzi dagli 11 ai 13 anni e uniscono la lettura di albi illustrati al movimento. Durante le lezioni gli studenti leggono il testo ed osservano le immagini per poi realizzare dei momenti coreografici totalmente ispirati ad essi.

LABORATORI DI ESPRESSIVITA’ CORPOREA PER ATTORI

Dal 2011 conduce corsi specifici per attori, finalizzati allo studio dell’ espressività corporea ponendo particolare attenzione a concetti specifici della Coreologia quali le dinamiche, il ritmo, le azioni ed il corpo. (Accademia Sperimentale di Teatro di Tolmezzo, Ud/It).

‘LE REGOLE’ LABORATORIO-SPETTACOLO

'Le Regole', nato nel 2012, è un progetto maggiore in collaborazione con scuole, associazioni ed artisti indipendenti. Il workshop coinvolge i bambini nella realizzazione di uno spettacolo che tratta il tema dell’ educazione. Parallelamente al laboratorio viene trattato l’importante argomento delle regole nell’educazione infantile nelle scuole, in famiglia e nella società d’oggi. (Partners: Ass. ‘CRESSI’, Ass. ‘SBILF’, Ass. Giorgio Ferigo, Scuola Elementare di Comeglians, Carlo Tolazzi, Giulio Venier e Gruppo ‘Cressi Experience’).

LABORATORIO ‘BANSKY’

Il ‘Progetto Bansky- Arte Visiva e movimento CreAttivo’ è un workshop di movimento creativo sviluppato sulla base di connessioni con l’arte visiva dei graffiti. Per questo progetto Debora ha lavorati con gli studenti della Scuola Superiore ‘Liceo Don Bosco’ di Pordenone (It) 2011. Lo scopo del laboratorio era di sviluppare sequenze coreografiche lavorando sul movimento corporeo al fine di esprimere e reinterpretare le opere selezionate.

LABORATORI PER DANCE ARTISTS "EXEX- EXPERIENTIAL EXCHANGES"

Dal 2010 conduce laboratori per professionisti e studenti in danza utilizzando gli strumenti della Coreologia. La struttura degli incontri è composta da tre parti fondamentali: la preparazione del corpo, l’esplorazione di concetti fondamentali della Coreologia e la creazione di ‘materiale’ coreografico.

CHOIR MOVEMENTS-MOVIMENTI DI CORO

Dal 2012 ad oggi, Debora dirige regolarmente Movimenti di Coro e Flashmob. Questo tipo di esibizioni coinvolgono un largo numero di partecipanti, danzatori e non senza limite d’età. A luglio 2012 ha co-diretto per Valerie Preston Dunlop (VPD), in collaborazione con Anne Gaelle Thiriot (AGT), 70 danzatori del Summer Campus presso il TrinityLaban di Londra. Nello stesso anno ha co-diretto il flashmob“And…Cross” presso GoldSmiths di New Cross London, e “Sequence” per Il Torino Film Lab/ Torino Film Festival . Nel 2014 ha co-diretto il Movement Choir “In Memoriam”, presso il TrinityLaban di Londra. Questi eventi hanno dato ai partecipanti la possibilità di integrare nella pratica specifici concetti derivati dai Choreological Studies. L’obiettivo principale dei Movimenti di Coro è di coinvolgere ogni partecipante in maniera paritaria, sviluppare il senso di appartenenza al gruppo ed avvalersi della presenza e dell’ unicità di ogni singolo individuo.

"I GIGANTI" LABORATORI ALLA RISCOPERTA DEL CORPO A CONTATTO CON LA NATURA

“I Giganti” è un laboratorio sperimentale nato dal desiderio di ri-unire Natura e Uomo. Passeggiando nel bosco il corpo e le sue forme in movimento entrano in relazione con alberi, sentieri, foglie, terra e roccia. In questi momenti il danzatore esplora il proprio movimento come fosse un gioco, alla scoperta di nuove possibilità di espressione. Il tutto avviene in totale naturalezza ed in relazione allo spazio che lo circonda.